Chi è Reale Mutua

La Società Reale Mutua di Assicurazioni, capogruppo di Reale Group, è la più importante Compagnia di assicurazioni italiana in forma di mutua.

Nata nel 1828, in 190 anni, ha percorso un lungo cammino fatto di professionalità, affidabilità e innovazione, caratteristiche che ancora oggi ne fanno un punto di riferimento nel proprio mercato.

Reale Mutua, ora, guarda al prossimo decennio lanciando un’iniziativa di eccellenza nel panorama italiano: Reale Lab 1828, un laboratorio interamente dedicato a esplorare e realizzare le strategie di innovazione più rilevanti per il futuro dell’assicurazione e dei servizi correlati.
Il Lab lavorerà, unendo la professionalità dei migliori talenti di tutto il Gruppo, su sei principali campi di applicazione, identificati da Reale Mutua come prioritari: il welfare, la mobilità, la sharing economy, i sistemi di pagamento, la gestione dei sinistri e il modello di agenzia per il futuro. Il tutto, con una visione innovativa, fortemente orientata alla digitalizzazione e a una customer experience di eccellenza.

Ambito:

La mobilità del futuro sarà sempre più intermodale e permetterà alle persone di muoversi scegliendo di volta in volta il mezzo più conveniente, più veloce o più sicuro.
Tramite questo nuovo modo di vivere gli spostamenti, soprattutto nelle città, non solo si potrà ridurre il traffico e l’inquinamento, ma anche restituire preziosi spazi ai cittadini.

Un obiettivo raggiungibile solo con un massiccio utilizzo di dati ed intelligence, in grado di fotografare i reali bisogni di mobilità degli utenti e normandola/progettandola loro compatibilmente.

Il ruolo delle assicurazioni, in questo panorama, cambia evolvendosi ulteriormente quale fornitore di servizi completi al cliente, a supporto dell’intero tragitto, indipendentemente dal mezzo scelto e con un’attenzione particolare ai percorsi che minimizzino il rischio ed aumentino la sostenibilità dello stesso.

Challenge:

Per essere percepita dall’utente come una soluzione valida, è necessaria un’idea che sia di facile adozione e vicina al livello di user experience a cui le App dei grandi player ci hanno abituato.

Possiamo immaginare la realizzazione di un navigatore che sia in grado di calcolare realmente il miglior tragitto intermodale, tracciando l’utente durante il percorso?

Un sistema in grado di fornire informazioni utili a migliorare l’esperienza del medesimo e, soprattutto, di produrre dati che consentano all’assicurato di calcolare la rischiosità dei differenti tratti, di suggerire i percorsi più sicuri e magari di disegnare prodotti e offerte specifici per soddisfare le loro esigenze.

Contesto:

Il deliverable auspicato è un’App stand-alone, ma si valuta anche l’ipotesi del progetto di un layer integrabile in un’App già esistente, come ad esempio Waze.

Gli elementi più significativi vivono su due fronti:

  • il recupero, integrazione ed analisi delle fonti dati in ingresso (mappe, traffico, ecc…)
  • un’interfaccia utente semplice ed immediata, in grado di raccontare l’innovazione dell’intermodalità e di agganciarsi a servizi specifici costruiti sulle sue peculiarità (tra cui bigliettazione, assicurazione, ecc…)

Verrà dato particolare rilievo ad idee e soluzioni in grado di proporre i tragitti più sicuri, insieme a quelli più tradizionali (veloci, economici, panoramici) e a sistemi di rewarding pensati per chi si attiene ad essi al fine di migliorare la sicurezza sulle strade.

Got a project idea?

In collaborazione con:

With patronage of
Main Partner
Media Partner
Supporters